La libreria Moderna di Rieti


La libreria Moderna di Rieti

È inutile cercare  un’insegna, non c’è. La Libreria Moderna sta lì nello stesso posto da quasi cento anni. E lo capisci se, lasciando da parte ogni indugio, apri quella porta di legno scuro e vetri che la separa dal mondo esterno. Un consiglio: alza lo sguardo tu che entri, vedrai tutt’intorno scaffali altissimi e banconi anni Venti: un po’ vecchia farmacia, un po’ drogheria! Potresti pensare di trovare un vecchio commesso, in camice nero, come una volta, ma rischi di trovare uno stereo che suona musica pop. Concediti qualche minuto di tempo, senza fretta, e curiosa tra gli scaffali, girovaga nelle tre stanze. Capirai quanta passione per i libri e per la cultura si respira in questi spazi! Ad accoglierti Silvia e Andrea, librai dal 2004.

La scelta è nata un po’ per vocazione e un po’ per caso. Una scelta meditata solo 48 ore, ragionando su un annuncio di una rivista locale, insieme con i  parenti tutti. Prendere o lasciare continuando ad ingrossare le schiere del precariato.

Silvia e Andrea. Amici da piccoli: stesse scuole, stessa università fino alla Laurea in Lettere e alle specializzazioni in materie storico-archivistiche;  lei da piccola sognava di fare l’astronauta e oggi non disdegna leggere di politica ed economia. Lui credeva di diventare insegnante, seguendo le orme dei genitori, e da sempre ha avuto la passione per la letteratura italiana e per gli anni Settanta.

Dagli un input e ti racconteranno la loro storia come un fiume in piena. « Nella Libreria Moderna abbiamo trovato il modo di combinare amicizia, lavoro e passioni. Dopo qualche mese di affiancamento alle vecchie proprietarie abbiamo preso coscienza che lavorare in una libreria, la tua libreria, vuol dire non chiudere mai. Altro che il romantico lavoro del libraio tutta cultura e conversazione! In libreria si fatica e si fa di conto. Si legge nei ritagli di tempo e di notte. Non è stato facile dare un volto nuovo ad un locale che stava lì da quasi un secolo. Oggi lavoriamo molto sull’attenzione ai clienti, sulla comunicazione e l’organizzazione di eventi; proviamo a creare una rete tra le istituzioni, le associazioni, le persone, i giovani. In una città piccola come Rieti il nostro lavoro si vede e si sente. Abbiamo riscontri molto positivi. Abbiamo anche  la fortuna di avere due caratteri completamente differenti, gusti assolutamente contrastanti, un diverso modo di approcciarsi alla vita. Il fatto di essere complementari ci facilita nell'incontro con i lettori. Nostri clienti abituali sono soprattutto i bambini, per i quali abbiamo aperto uno spazio dedicato in una stanza che era destinata a magazzino; facciamo più fatica con gli adolescenti ma recuperiamo bene con i giovani adulti e con gli universitari. La nostra clientela abituale conta però molti over 30 che cercano libri di storia, di filosofia e di politica, legge volentieri di cinema e di arte; è attratta dalla possibilità di conversare di attualità e letteratura. Il nostro è uno spazio aperto che ospita anche incontri con l’autore, reading e musica dal vivo, mostre d’arte contemporanea (curate dall’Associazione Studio7.it che allestisce artisti noti a livello nazionale). Siamo promotori di un gruppo di lettura condivisa - amabilmente detto il “non-circolo di lettura” - che si riunisce una volta al mese per parlare dei grandi classici della letteratura. Organizziamo laboratori per bambini, per svilupparne la manualità, la creatività e il senso critico, la passione per la lettura. Ogni terza domenica del mese leggiamo ad alta voce per i più piccoli, grazie alla collaborazione di amici/volontari.  Collaboriamo con le scuole favorendo l'incontro tra studenti e scrittori. Abbiamo al nostro attivo un “Festival del giallo e del noir” diretto dal giornalista e scrittore  Lorenzo Viganò del Corriere della Sera, che per l’edizione 2011 ha ospitato le migliori firme del genere. In estate organizziamo qualche serata sotto le stelle, le “Serate d’autore”,  per approfondire con grandi nomi le più importanti questioni di storia e attualità. Lo scorso mese di luglio abbiamo ospitato con piacere e soddisfazione anche Antonio Pascale, come autore Minimum  Fax. È stato un incontro di grande qualità! Qualche anno fa incontrammo anche Riccardo Falcinelli, per una  lezione di grafica agli studenti dell'Istituto d'Arte.

In libreria abbiamo fatto delle belle conoscenze, sono nate delle solide amicizie. Abbiamo incontrato importanti intellettuali, opinionisti, storici e giornalisti. Siamo soddisfatti del nostro lavoro, vogliamo sempre migliorarci, vogliamo ascoltare le proposte dei nostri affezionati e di chi è più esperto di noi, vogliamo portare novità e originalità.

Senza perdere di vista il mercato del libro. Sopravvivere di questi tempi è dura, ma ci facciamo forza con una buona dose di ottimismo. La nostra partecipazione come librai indipendenti presso l'incubatore del Salone Internazionale del libro di Torino 2011 ci ha messo a confronto con persone entusiaste e valide, che fanno il nostro mestiere con coraggio e intelligenza. Come loro, ci dedichiamo con passione agli editori indipendenti, che leggiamo e proponiamo, che sosteniamo e difendiamo, come fossero nostri fratelli maggiori. E ci aspettiamo che loro facciano altrettanto!

MINIMUM CARTA D’IDENTITÀNOME  LIBRERIA • Libreria Moderna
CITTÀ • Rieti
INDIRIZZO • Via Garibaldi, 272
INDIRIZZO E-MAIL • modernarieti@virgilio.it
SITO INTERNET • In preparazione
ANNO DI FONDAZIONE • 1925
TITOLARE • Silvia Dionisi e Andrea Petrini
N° TITOLI PRESENTI  IN LIBRERIA •
SPECIALIZZAZIONE •  Libreria di varia, attenta alle piccole e medie case editrici e all'editoria per bambini.
ORARIO DI APERTURA • 9-13/16-20

Nessun commento:

Posta un commento