venerdì 31 gennaio 2014

Incontro con Anna Foa

Sabato 1 febbraio alle 18 incontriamo la prof.ssa Anna Foa, autrice del libro PORTICO D'OTTAVIA N.13 pubblicato da Laterza. Appuntamento alla Biblioteca della Fondazione Varrone. Conversa con l'autrice Giancarla Lazzari. Organizza Libreria Moderna
Anna Foa è storica, docente all'Università "La Sapienza" di Roma, una delle più note e acute testimoni della realtà ebraica del nostro tempo.

Un modo per ricordare, dando voce alla memoria, alle case e alle strade, a chi ha sentito dire, a chi ha visto.
Speriamo in una vostra massiccia partecipazione. Ingresso libero!
Silvia e Andrea

Qui di seguito potete trovare una intervista di Anna Foa rilasciata alle pagine culturali della pagina online del quotidiano la Repubblica: Intervista Anna Foa, Repubblica.IT

Il libro in breve:

La razzia cominciò poco prima delle cinque e trenta. Scrupolosamente, gradino dopo gradino, i nazisti salirono le larghe scale di marmo consunte della Casa fermandosi ad ogni porta senza tralasciarne nessuna. Un’antica casa medioevale ormai degradata, un vasto cortile rinascimentale. È qui che il 16 ottobre del 1943 i nazisti arrestano più di trenta ebrei, un terzo dei suoi abitanti, tra i più poveri della Comunità. Sono per lo più vecchi, donne e bambini. Altri quattordici saranno  catturati nei mesi successivi. Questa è la storia degli abitanti della Casa e dei nove mesi segnati per gli ebrei romani da oltre duemila deportazioni. Sono presi per strada, nel quartiere del vecchio ghetto da cui non si sono allontanati, nelle stesse case in cui sono tornati, nei negozi, perfino al bar. Li arrestano soprattutto i fascisti, le bande autonome dipendenti direttamente da Kappler mosse dall’avidità della taglia, guidate dalle delazioni delle spie. Tutto può accadere: sono l’avidità e la crudeltà la norma della spietata caccia all’uomo. Quando le spie indicano gli ebrei  alle bande, un carrozzone si avvicina per far salire gli arrestati,  liberarne alcuni, mandarne altri a morte, a seconda della convenienza e del capriccio. L’arbitrio era re nella Roma di quei mesi. Intorno, il caos più tremendo, nessuna forma di organizzazione, il vuoto, i bombardamenti, la fame, i rastrellamenti, le fosse Ardeatine. Il quartiere è il teatro di questa caccia infinita, un teatro che attira come una calamita i suoi abitanti e i cacciatori, che conoscono le loro prede e sanno come e dove trovarle (Laterza).Un modo per ricordare, dando voce alla memoria, alle case e alle strade, a  chi ha sentito dire, a chi ha visto.
Speriamo in una vostra massiccia partecipazione. Ingresso libero!
Silvia e Andrea

lunedì 27 gennaio 2014

Abbiamo scritto a Giuseppe Ierolli sull'incontro dedicato a Jane Austen e al libro pubblicato dall'autore. Ecco le sue parole di saluto dedicate al gruppo BIOGRAFIE LETTERARIE che si riunisce mercoledì 29:

"Mi fa molto piacere che abbiate scelto il mio libro. Ho cercato di scriverlo privilegiando il più possibile le parole di Jane Austen, limitando il mio intervento al necessario raccordo tra le citazioni delle lettere e alle notizie biografiche ricavabili da altre fonti. Spero che possa essere utile a chi voglia approfondire le vicende della sua vita e dell'ambiente in cui è vissuta, quest'ultimo così legato agli scenari che scelse nelle sue opere. Spero anche che possa suscitare maggiore curiosità per le sue lettere in chi ha letto a e ammira i suoi libri: sono testimonanianze dirette che dimostrano quanto sia sbagliata la visione di una Jane Austen "donna" chiusa nelle pareti domestiche, con una vita "priva di eventi" (come scrisse il nipote James Edward nella biografia della zia) e poco singificativa. Auguro a tutti i partecipanti una serata piacevole e interessante. Un grazie alla libreria che ha reso possibile l'incontro.
Un cordiale saluto,
Giuseppe Ierolli.

Con questo messaggio vi ricordo che il prossimo appuntamento con il gruppo BIOGRAFIE LETTERARIE, è mercoledi 29 gennaio, ore 18, sempre presso la Libreria Moderna.

venerdì 24 gennaio 2014

Per dieci minuti: mettiamoci in gioco


“Le va di fare un gioco?” “Quale?” “Per un mese, a partire da subito, per dieci minuti al giorno, faccia una cosa che non ha mai fatto. Una qualunque. Basta che non l’abbia mai fatta.” “E poi, dottoressa, alla fine che succede? Avrò indietro la mia vita?” “Ne riparliamo fra un mese, Chiara. Intanto giochi, s’impegni e non bari, mi raccomando.” (C. Gamberale, Per dieci minuti).




Ora tocca a noi. Giovedì 30 gennaio alle 18 in libreria primo incontro di "PER DIECI MINUTI: METTIAMOCI IN GIOCO", uno dei due incontri ispirati al libro di Chiara Gamberale, pubblicato da Feltrinelli, apprezzatissimo ai lettori. Guidati dallo psicologo Massimo Grandi, saremo invitati a prenderci i nostri dieci minuti di tempo, per fare una cosa mai fatta e vedere come va, che emozioni ci dà.


Il gruppo è a numero chiuso ed è richiesta la prenotazione alla mail modernarieti@virgilio.it. La partecipazione è gratuita.A febbraio si terrà un secondo appuntamento in vista dell'incontro con l'autrice per una presentazione condivisa.


Affrettati a prenotare, i posti sono pochissimi....

giovedì 23 gennaio 2014

L'arte aiuta a crescere

Carissimi vi vogliamo informare di un percorso laboratoriale di formazione che si terrà a Terni, condotto dalla nostra amica Catherine Girault. Aperto a tutti quelli interessati a sviluppare progetti educativi con ragazzi nel campo dell'arte visiva. Un'occasione per scoprire vari esempi di percorsi nell'ambito museale e scolastico ed acquisire strumenti didattici in vista di ideare laboratori. Informazioni ed iscrizioni presso: catherine.girault05@gmail.com
In allegato tutte le informazioni per partecipare.
Silvia e Andrea

mercoledì 22 gennaio 2014

Incontro letterario Anna Foa "Portico d'ottavia n.13"


Sabato 1 febbraio alle 18 incontriamo la prof.ssa Anna Foa, autrice del libro PORTICO D'OTTAVIA N.13 pubblicato da Laterza. Appuntamento alla Biblioteca della Fondazione Varrone. Conversa con l'autrice Giancarla Lazzari. Organizza Libreria Moderna
Un modo per ricordare, dando voce alla memoria, alle case e alle strade, a chi ha sentito dire, a chi ha visto.
Speriamo in una vostra massiccia partecipazione. Ingresso libero!
Silvia e Andrea
Il libro in breve:
La razzia cominciò poco prima delle cinque e trenta.
Scrupolosamente, gradino dopo gradino, i nazisti salirono le larghe scale di marmo consunte della Casa fermandosi ad ogni porta senza tralasciarne nessuna. Un’antica casa medioevale ormai degradata, un vasto cortile rinascimentale. È qui che il 16 ottobre del 1943 i nazisti arrestano più di trenta ebrei, un terzo dei suoi abitanti, tra i più poveri della Comunità. Sono per lo più vecchi, donne e bambini. Altri quattordici saranno catturati nei mesi successivi. Questa è la storia degli abitanti della Casa e dei nove mesi segnati per gli ebrei romani da oltre duemila deportazioni. Sono presi per strada, nel quartiere del vecchio ghetto da cui non si sono allontanati, nelle stesse case in cui sono tornati, nei negozi, perfino al bar. Li arrestano soprattutto i fascisti, le bande autonome dipendenti direttamente da Kappler mosse dall’avidità della taglia, guidate dalle delazioni delle spie. Tutto può accadere: sono l’avidità e la crudeltà la norma della spietata caccia all’uomo. Quando le spie indicano gli ebrei alle bande, un carrozzone si avvicina per far salire gli arrestati, liberarne alcuni, mandarne altri a morte, a seconda della convenienza e del capriccio. L’arbitrio era re nella Roma di quei mesi. Intorno, il caos più tremendo, nessuna forma di organizzazione, il vuoto, i bombardamenti, la fame, i rastrellamenti, le fosse Ardeatine. Il quartiere è il teatro di questa caccia infinita, un teatro che attira come una calamita i suoi abitanti e i cacciatori, che conoscono le loro prede e sanno come e dove trovarle (Laterza).

martedì 7 gennaio 2014

Buon anno e nuovi appuntamenti dei gruppi di lettura

Cari tutti eccoci qua per il nuovo anno. Ci auguriamo, insieme con voi, che possa essere sereno e piacevole.

Vogliamo riprendere il filo degli appuntamenti con i GRUPPI DI LETTURA e allora ecco i dettagli:

  • VENERDI 10 GENNAIO si riunisce il gruppo IO VIAGGIO IN POLTRONA con il libro EBANO di Ryszard Kapuscinski. 

  • MERCOLEDI 15 GENNAIO si ritrova il gruppi IO LEGGO DA SOLA

  • LUNEDI 20 è la volta di LEGGO E SCRIVO CON I CLASSICI che propone una discussione su PIAZZA DEL DIAMANTE di Mercè Rodereda

  • MERCOLEDI 29 si incontra il gruppo BIOGRAFIE LETTERARIE per parlare di JANE AUSTEN SI RACCONTA di Giuseppe Ierolli

  • VENERDI 31 GENNAIO si chiude con SCRITTORI AL MARGINE per parlare insieme di VICOLO DEL MORTAIO di Nagib Mahfuz e di FUORI A RUBAR CAVALLI del norvegese PER PETTERSON.

Vi ricordo che l'appuntamento è sempre alle 18

In più ecco le date dei gruppi dei ragazzi, i GRUPPI DI CAMILLA.

  • Il GRUPPO DI CAMILLA BIG si riunisce sabato 18 alle 17 e legge CIME TEMPESTOSE di Emily Bronte.

  • Il GRUPPO DI CAMILLA JR si riunisce sabato 25 alle 17 per parlare di IO DENTRO GLI SPARI di Silvana Gandolfi.

Per chiarimenti e informazioni 0746.204370 ; 338.8329517 ; 339.4462853


Per chi fosse interessato scrivere articoli, post o abbia semplicemente voglia di esprimere il proprio pensiero su libri, recensioni e esperienze di diversa natura, ha la possibilità di pubblicarlo su questo blog, senza alcun problema.

Per qualsiasi dubbio o se volete pubblicare su questo blog contattateci attraverso il MODULO DI CONTATTO nel menù a sinistra.


Infine,  il LIBRO DELL'ANNO votato dai lettori sul nostro blog è stato ADDIO A ROMA di Sandra Petrignani, che fu nostra ospite la scorsa primavera.
Grazie a quanti hanno partecipato al voto!